IMG_6410_040819_SM_ConcertoParlato_Ph_MauAnd-1
PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL in diretta streaming da LOFT 61 Monza in presenza per massimo 5 persone su prenotazione > Saul Beretta direttore creativo di Musicamorfosi e Massimiliano Longo Assessore alla Cultura del Comune di Monza   THE RITUAL Dudu Kouatè corde, voce e percussioni Nelle società tradizionali africana ogni avvenimento è un pretesto e un’occasione per celebrare con una cerimonia, una festa a base di cibo, canti e balli capaci di coinvolgere tutta la comunità. Impossibile immaginare e cerimonia o festa di iniziazione, di guarigione, di raccolta e/o di semina, di passaggio da una condizione di vita ad un’altra senza l’esecuzione di un rituale propiziatorio di purificazione, di preparazione degli invitati e di accoglienza dello spirito degli antenati invisibili ma presenti. A svolgere questa funzione è sempre il compito del guaritore-stregone mediatore e ricettacolo tra i due mondi Mohamadou Kouatè, in arte Dudù, è un musicista, percussionista e suonatore di liuti berberi. E’ un griot, figlio di griot, custode e erede di una tradizione millenaria che ha portato con sè in Italia, sbarcando a Messina nel 1988. Da oltre 30 anni vive a Bergamo, dove ha imparato il dialetto locale e ha un grande successo nazionale e internazionale come percussionista dello storico Art Ensemble di Chicago.

Calendario