foto1

mercoledì 18 maggio 2022 Reggia di Monza Salone delle Feste h 19.00
AMAZZONICO
Amaro Freitas (Brasile) piano solo

Dai bassifondi di Recife nel nord-est del Brasile a icona del jazz internazionale, Amaro Freitas, astro nascente del jazz carioca e internazionale, ha lavorato instancabilmente per diventare l’artista che è oggi. Guadagnando l’attenzione internazionale per “un approccio alla tastiera così unico da essere sorprendente” (Downbeat), i suoi album i debutto e secondo album Sangue Negro (2016) e Rasif (2018) sono arrivati su un’ondata di consensi istantanei. Il suonuovo album “Sankofa” – una ricerca spirituale nelle storie dimenticate, filosofie antiche e figure ispiratrici del Brasile nero – è il suo lavoro più straordinario e sincero fino ad oggi. “Ho lavorato per cercare di capire i miei antenati, il mio posto, la mia storia, come uomo di colore. Il Brasile non ci ha detto la verità sul Brasile. La storia dei neri prima della schiavitù è ricca di antiche filosofie. Comprendendo la storia e la forza della nostra gente, si può iniziare a capire da dove vengono i nostri sogni e desideri “.

INGRESSO LIBERO CON LIBERA DONAZIONE

Un concerto magico dove il mattatore, amazzonico, istrionico, metafisico e grandemente fisico Amaro Freitas ha fatto letteralmente viaggiare il pubblico sull’onda di una energia travolgente. Applausi a non finire e due bis per oltre 70 minuti di musica inaudita!

FOTO REPORT

Calendario